Lunedì 19 Febbraio 2018

Mai più fascismi. Sabato manifestazione a Roma

News image

Le 23 organizzazioni promotrici dell'appello “Mai più fascismi”, hanno indetto per sabato 24 febbraio, a Roma, la manifestazione nazionale “Mai più fascismi, mai più razzismi”. Il concentramento è previsto alle...

Leggi tutto...

Migranti. Agenzie Onu, lacune su dati mettono a rischio milioni di bambini

Le lacune nei dati sui rifugiati, i richiedenti asilo, i migranti e le popolazioni internamente sfollate stanno mettendo in pericolo le vite e il benessere di milioni di bambini migranti....

Leggi tutto...

Esplosione in azienda rifiuti a Como. Feriti e intossicati

Nel primo pomeriggio esplosione in una azienda di rifiuti. Sale a tre operai feriti gravemente, portati in codice rosso rispettivamente al Sant'Anna di Como, all'ospedale di Legnano e all'ospedale di...

Leggi tutto...

Erdogan a Roma. Sit-in di protesta

News image

È iniziata nei giardini di Castel Sant'Angelo, al di fuori della "green zone", la manifestazione contro la visita del presidente turco Erdogan a Roma.

Leggi tutto...

More in: Politica, Lavoro, Società, Cultura

Presentato a Velletri il Progetto Ri-Sé che studia e affronta la dimensione sessuo-affettiva dopo una separazione

Sabato 10 febbraio 2018 a Velletri, nell’Aula Magna del CREA (ex Cantina Sperimentale) si è tenuto il convegno "Separarsi ma mai da sé". Affettività e benessere dopo la separazione. Un'ipotesi sul sé e la dimensione sessuo-affettiva. L’iniziativa è stata promossa dall’Associazione ASPIS Associazione di psicologia e sessuologia clinica, in collaborazione con l’ISC, Istituto di Sessuologia Clinica, e con il Patrocinio del Comune di Velletri.

Leggi tutto...
 
ACCADDE A FEBBRAIO. Diritti spezzati: “morti di protesta” dal dopoguerra ad oggi

 

In questo spazio ricorderemo ogni mese i nomi e brevemente le storie di uomini e donne che sono morti manifestando per difendere i loro diritti e più spesso i diritti di un intero Paese. Troverete nomi più conosciuti e nomi meno noti, tutte persone che volevano solo manifestare le proprie idee, con dignità, con forza, senza dover piegare la testa, per riconquistare un diritto distorto e calpestato. Quando scesero nelle piazze o nei campi non volevano fare o essere degli eroi, ma noi vogliamo ricordarli come tali: eroi della libertà, del lavoro, della democrazia...

 

 

 

 

 

Leggi tutto...